LA NOSTRA FRUTTA

Albicocche: Le albicocche contengono buone quantità di minerali ed oligoelementi (magnesio, fosforo, ferro, calcio sodio, zolfo, manganese e potassio). La presenza di vitamina C e beta carotene (vitamina A) dona all'albicocca proprietà antiossidanti, protegge dall'inquinamento atmosferico e potenzia le difese immunitarie. L'abbondanza di carotenoidi stimola la produzione di melanina e  favorisce l'abbronzatura proteggendo la pelle dai raggi solari. Inoltre questa vitamina migliora la capacità visiva e rinforza le ossa e i denti.
Le albicocche hanno inoltre proprietà antianemiche, eupeptiche e sono indicate negli stati di nervosismo, insonnia ed astenia psicofisica.
Consumate mature sono di facile digestione.Le albicocche secche hanno anche proprietà lassative.

Anguria: I cocomeri sono senza dubbio uno degli alimenti più dissetanti grazie al loro elevato contenuto in acqua.
Contengono inoltre una buona quantità di vitamina A, vitamina C e potassio.I semi hanno un alto potere lassativo, mentre la polpa ha un buon potere diuretico e depurativo.
Il sapore dolce di questo frutto (in realtà appartiene alla famiglia delle cucurbitacce) è dato, oltre che dal modesto quantitativo di zuccheri, dalla presenza di particolari sostanze aromatiche.Un consumo eccessivo è comunque controindicato nei pazienti diabetici.
Se consumato al termine dei pasti il cocomero non è ben digeribile, in quanto il suo elevato contenuto d'acqua tende a rallentare la digestione diluendo i succhi gastrici.

Ciliege:Le ciliege contengono una buona quantità di vitamina C, vitamina A e rappresentano una discreta fonte di potassio, calcio, fosforo, ferro e fibre solubili. Il loro peduncolo, una volta seccato, viene utilizzato per preparare decotti dalle spiccate proprietà diuretiche. Sono indicate per artriti, arteriosclerosi, disturbi renali, gotta e stitichezza.
Hanno inoltre buone proprietà antiossidanti e antidolorifiche.

Fichi: I fichi sono un alimento energetico (visto il loro buon contenuto in zuccheri semplici), particolarmente ricco di sali minerali (soprattutto potassio, ferro e magnesio), di vitamina C ed A. La presenza di una sostanza, la siconina, dona al fico proprietà lassative.
Al contrario i fichi d'india, a causa dell'abbondanza di tannino risultano astringenti. I frutti essiccati più poveri d'acqua ma più ricchi di nutrienti hanno proprietà emollienti, espettoranti e lassative. Sono indicati contro stipsi, infiammazioni polmonari e urinarie, gastriti, coliti, anemie ed astenie. Hanno proprietà diuretiche, lassative, antimicrobiche, tonificanti e antianemiche.

Fragole: Le fragole sono particolarmente ricche di acido ascorbico o vitamina C (ne contengono circa il 50% in più delle arance). Contengono fruttosio, uno zucchero a basso indice glicemico, che mantiene relativamente costante la glicemia e può pertanto essere consumato con moderazione anche dai soggetti diabetici.
La fragola ha proprietà nutritive, lassative, diuretiche, battericide, antiuriche, rimineralizzanti e depurative.
Contiene un principio attivo, chiamato acido metilsalicilico che esercita un'azione antireumatica (è praticamente lo stesso principio attivo contenuto nell'aspirina).
In alcuni soggetti possono risultare di difficile digestione e scatenare reazioni allergiche.Si ritiene che tali fenomeni (orticaria) siano legati alla loro azione disintossicante e alla gran quantità di sostanze tossiche che vengono movimentate all'interno dell'organismo in seguito alla loro ingestione.
La fragola gode inoltre di una potente azione dissetante e rinfrescante grazie al suo elevato contenuto in acqua.

Mele: Le mele contengono discrete ma equilibrate quantità di vitamine (C, PP, B1, B2, A) e sali minerali (potassio, zolfo, fosforo, calcio, magnesio, sodio, ferro). I valori di questi elementi possono variare nelle oltre 1000 qualità oggi presenti sul mercato internazionale.
Questo frutto deve le sue numerose proprietà ai princìpi attivi in esso contenuti. Contengono fruttosio, uno zucchero a basso indice glicemico, che mantiene relativamente costante la glicemia e che può essere consumato con moderazione anche dai soggetti diabetici. Grazie al buon contenuto in fibre ed acido ossalico, la mela ha proprietà sbiancanti e masticata a lungo al termine di un pasto pulisce i denti. La mela contiene inoltre acido malico (circa 0,6-1,3 grammi) che ne determina il suo sapore lievemente aspro e che facilita la digestione. Se consumata cruda ha un'azione astringente, mentre mangiata cotta ha spiccate proprietà lassative grazie all'azione delle fibre a della pectina in essa contenute. La pectina, riduce l'assorbimento di colesterolo per cui il consumo di mele è particolarmente consigliato a chi soffre di ipercolesterolemia. Visto che la maggior parte delle vitamine e della fibra è contenuta nella buccia, sarebbe buona regola mangiare il frutto intero senza sbucciarlo. Attenzione però alla provenienza del frutto visto il massiccio impiego di sostanze chimiche impiegate in agricoltura, specie nei paesi in via di sviluppo (Cina e Argentina in primis).
Ha anche discrete proprietà antiossidanti, antisettiche digestive ed emollienti.

Melone: I meloni sono simili per composizione ai cocomeri. Hanno però un maggiore contenuto di vitamina C ed A.
La presenza di queste due vitamine dona al melone proprietà antiossidanti. L'abbondanza di carotenoidi stimola la produzione di melanina e  favorisce l'abbronzatura proteggendo la pelle dai raggi solari. Inoltre questa vitamina migliora la capacità visiva e rinforza le ossa e i denti. Ha proprietà rinfrescanti, diuretiche, depurative e lassative ed è pertanto indicato in caso di stipsi e/o emorroidi e di dolori reumatici. L'aggiunta di sale (per esempio abbinandolo al prosciutto) e pepe rende il melone più facilmente digeribile e meno lassativo.
L'abbondanza di acqua ed il ridotto apporto calorico lo rendono un valido alleato nelle diete dimagranti.
Le virtù lenitive della polpa lo rendono adatto, sotto forma di impasti curativi, per medicare bruciature e infiammazioni locali.

Pere: Le pere non sono particolarmente ricche di vitamine (a parte un discreto contenuto di vitamina C) ma contengono grandi quantità di sali minerali (soprattutto potassio). Contengono una buona quantità d'acqua e sono pertanto  discretamente dissetanti. Buono anche il contenuto in fibre. Contengono fruttosio, uno zucchero a basso indice glicemico, che mantiene relativamente costante la glicemia e può pertanto essere consumato con moderazione anche dai soggetti diabetici. Il loro sapore particolarmente dolce è dovuto alla presenza di levulosio, uno zucchero naturale con un alto potere dolcificante. La pera cruda ha un'azione astringente, mentre mangiata cotta ha spiccate proprietà lassative che la rendono particolarmente indicata per combattere la stitichezza.
Ha proprietà diuretiche, depurative, e blandamente sedative.

Pesche: Le pesche contengono molti sali minerali (soprattutto potassio) e vitamine (in particolare A e C).
Hanno un elevato contenuto di fibre ed in particolare di pectina, una fibra solubile che aiuta a regolarizzare le funzioni intestinali.
Ha proprietà dissetanti, diuretiche e blandamente lassative (soprattutto se consumata secca). Migliorano  pertanto l'attività di reni, stomaco ed intestino, favorendo la digestione e stimolando l'appetito.
Il nocciolo contiene una sostanza nociva (acido prussico) e va pertanto scartato.

Prugne e Susiune: Le prugne contengono discrete quantità di potassio e vitamina A. Hanno proprietà energetiche (soprattutto le prugne secche), diuretiche, lassative, disintossicanti e decongestionanti. Sono quindi indicate per regolarizzare l'attività intestinale ed epatica.
La prugna è ricca di antiossidanti che aiutano a combattere i radicali liberi.

Uva: L'uva fresca  è una buona fonte di potassio, calcio ed acidi organici, con un contenuto tutto sommato modesto di vitamine.
L'uva secca, essendo molto povera di acqua, concentra in sé tutti i princìpi nutritivi dell'uva fresca. Questo frutto contiene grandi quantità di zuccheri, soprattutto fruttosio e glucosio, che la rendono sconsigliata ai soggetti diabetici. Estremamente digeribile, possiede numerose proprietà terapeutiche: innanzitutto svolge un'azione lassativa e diuretica (soprattutto l'uva bianca per il minore contenuto di tannini). E' pertanto utile per combattere dispepsia, emorroidi, calcolosi urinaria e delle vie biliari. Il succo d'uva è ricchissimo di antiossidanti ed è indicato nelle diete disintossicanti e depurative. L'uva possiede anche proprietà antinfiammatorie, antivirali e vasoprotettrici. Il succo d'uva ha proprietà rinfrescanti, rimineralizzanti e vitaminizzanti (soprattutto vitamina C).